Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

CAMPIONATI STUDENTESCHI DUATHLON ‐ 2017

Buongiorno a tutti. Lo scorso 22 febbraio ho avuto l’incontro al MIUR con il nuovo Dirigente Antonino Di Liberto per definire l’attività che sarà svolta in campo scolastico sia per gli Istituti che hanno effettuato la registrazione sulla piattaforma dei Campionati Studenteschi che per quelli che invece hanno aderito solo al Progetto Federale Duathlon a Scuola.

247 sono gli Istituti aderenti agli Studenteschi (in rappresentanza di 19 Regioni e 57 provincie) registrati sulla piattaforma che faranno i Campionati Studenteschi fino alla fase Regionale e che potranno proseguire per l’eventuale fase nazionale. Mentre gli Istituti aderenti al Progetto Duathlon a Scuola iscritti attraverso la modulistica inviata agli Organi Territoriali termineranno con la fase Regionale. In totale circa 300 Istituti che hanno aderito alla nostra attività, un numero importante che avevamo previsto dopo l’inizio positivo dello scorso anno conclusosi con il successo e la grande visibilità della Finale Nazionale.

Come ci aspettavamo, il progetto è confluito nei Campionati Studenteschi sia a livello provinciale che regionale e l’attività che verrà svolta nelle scuole come Centro Sportivo Scolastico sarà riconosciuta a tutti i livelli. L’attività di preparazione potrà essere svolta sia nelle scuole (con la supervisione degli insegnanti di Scienze Motorie coadiuvati dai referenti territoriali individuati tra i Referenti per la Scuola, gli RGT, i tecnici referenti dei Comitati Regionali, i tecnici delle società interessate), oppure potrà anche essere svolta nelle sedi delle società che potranno ospitare gli studenti aderenti al Centro Sportivo Scolastico di ogni Istituto. Nei due casi l’attività avrà la copertura assicurativa prevista dal Progetto Tecnico dei Campionati Studenteschi.

Il nostro Progetto “Duathlon a Scuola” viene però mantenuto in essere per due motivi: il primo per offrire agli Istituti che non si sono registrati sul portale www.campionatistudenteschi.it di svolgere parallelamente, ma con batterie separate, l’attività provinciale e regionale che sarà prevista localmente dagli OT in accordo con gli Uffici Scolastici Regionali di pertinenza; il secondo per accogliere il 1 giugno alla Finale Nazionale di Porto Sant’Elpidio tutte le Scuole che avranno partecipato e si saranno qualificate attraverso il percorso degli studenteschi.

Alla Finale Nazionale, denominata “Studenteschi Duathlon” potranno partecipare quindi tutti gli Istituti Scolastici qualificati alle Regionali dei Campionati Studenteschi, ovvero quegli Istituti che sono registrati sul portale del MIUR. Gli Istituti che si sono iscritti solamente al Progetto Duathlon a Scuola entro lo scorso 31 gennaio, termineranno con le fasi regionali.

Le indicazioni del MIUR per quest’anno infatti, prevedono solo la categoria degli Allievi (1°, 2° e 3° anno delle scuole superiori) coinvolta nelle Finali Nazionali – mentre, attraverso il Progetto “Duathlon a Scuola”, la Federazione ospiterà tutte le quattro categorie, Ragazzi e Cadetti (scuole medie), Allievi e Junior (scuole superiori), come è avvenuto nella passata stagione. Questo perché Il Settore Scuola della Federazione ritiene sia ancora importante accogliere un numero significativo e variegato di studenti e insegnanti che continuino la promozione che ci porterà ad ampliare ancora la conoscenza del nostro sport per arrivare nel 2018 a triplicare le adesioni del 2017.


Ricordiamo gli obiettivi dell’attività nelle Scuole:

  •   promuovere la multi disciplina nella scuola in maniera mirata coinvolgendo prevalentemente le scuole del territorio che abbiano vicino società che operano in campo giovanile capaci di raccogliere i frutti della promozione

  •   reclutare nuovi giovani e incrementare il numero dei tesserati (sarà istituito un sistema di monitoraggio che interfacci i partecipanti del Progetto “Duathlon a Scuola” e degli Studenteschi con i nuovi tesserati giovanili delle Società di Triathlon)

  •   promuovere la formazione degli insegnanti negli Istituti aderenti al Progetto “Duathlon a Scuola” e agli Studenteschi

    Il TRIATHLON entra quindi nella scuola attraverso la promozione del Duathlon, di più facile gestione e di immediata comprensione da parte degli studenti che provano con distanze brevi la dinamica del nostro Sport multi‐disciplinare. Grazie all’accordo DECATHLON/F.I.Tri. gli OT hanno e avranno una mini struttura per portare il duathlon in tutte quelle occasioni di promozione giovanile, potendo contare sulla disponibilità delle MTB e dei Caschi assegnati dalla Federazione. DECATHLON sta anche approntando specifiche card Triathlon per Società, Scuole e Comitati Regionali, secondo il sistema punti promosso dall’Azienda. Per questa iniziativa sarà fatta apposita e dedicata comunicazione nei prossimi giorni.

    Le nuove schede tecniche prevedono sempre la possibilità di svolgere sotto l’insegna del TRIATHLON una delle tre varianti del nostro sport – Triathlon, Duathlon, Aquathlon e la scelta della Federazione si è orientata sul Duathlon per la semplicità di gestione dell’attività che mantiene la dinamica del nostro sport senza imporre la difficile attuazione di competizioni in piscina che prevedono di essere svolte nei mesi più caldi, quando appunto la scuola finisce.

    Su scelta della Federazione il CONI ed il MIUR hanno approvato le nuove Schede Tecniche dei Campionati Studenteschi per l’adeguamento delle distanze di gara (più appropriate all’attività scolastica) e con la sostituzione delle staffette in luogo delle gare a squadre con il vecchio sistema della somma tempi. Di fatto gli Studenteschi sono stati allineati con le distanze e con le formule di gara del Progetto. Con apposita Circolare il MIUR notificherà queste variazioni a tutti gli Istituti Scolastici del territorio, anche se ovviamente avranno interesse solo per gli Istituti che si sono registrati nei termini previsti sulla piattaforma www.campionatistudenteschi.it.

    Per il futuro sarà valutata la sperimentazione anche del Triathlon e dell’Aquathlon, fermo restando quanto sopradetto per le difficoltà di spazi acqua e di stagionalità.

 

PROCEDURE OPERATIVE ED ATTUATIVE CAMPIONATI STUDENTESCHI e FINALE DUATHLON A SCUOLA

Rapporti con gli UFFICI SCOLASTICI REGIONALI (USR) e con gli Istituti Scolastici:

Il primo passo da realizzare è quello di stabilire un contatto diretto con l’Ufficio Scolastico Regionale competente e richiedere l’attuazione delle Fasi Provinciali e della Fase Regionale così come previsto dal PROGETTO TECNICO dei CAMPIONATI STUDENTESCHI nella sezione delle FASI DI SVOLGIMENTO al sottotitolo Fasi successive. In relazione al numero di provincie e al numero di scuole aderenti, con l’intento di coinvolgere il maggior numero di studenti, sarà possibile sviluppare le fasi provinciali accorpando anche le provincie vicine che non raggiungano già da sole il numero minimo delle tre scuole per grado (medie – superiori). Dopo questa prima scrematura sarà più facile arrivare alle fasi regionali con un numero certo di studenti, sicuramente più qualificati. Per questo secondo anno ancora non sono state date indicazioni restrittive sul numero degli studenti che possono partecipare per ogni scuola (15/30) poiché non potevamo sapere che adesione ci fosse nelle differenti provincie e regioni. Nell’ottica di avere un numero massimo di 180/220 studenti per ogni fase si invitano gli OT ad individuare un sistema di selezione di Istituto. Laddove non fosse possibile organizzare le fasi provinciali si procederà subito alle fasi regionali come avvenuto lo scorso anno.

Il MIUR, nel rispetto delle politiche sportive di promozione dell’attività, ben diverse dalla duplicazione dei Campionati Nazionali di ogni disciplina sportiva, ha quest’anno ridotto ancora il numero delle Finali Nazionali e delle categorie che vi possono approdare (solo Allievi) e molte delle risorse sono quindi state dirottate dalle Finali Nazionali all’attività di promozione sul territorio (provinciali e regionali). E’ pertanto auspicabile che i nostri OT riescano a trovare supporto economico e di servizi nella proposta di programma e manifestazioni che verrà sviluppata in accordo con gli Uffici Scolastici Regionali.

Gli USR hanno autonomia gestionale tecnica e amministrativa e il MIUR centrale in questo può proporre ed invitare, ma non pretendere. Sarà quindi importante sottolineare che l’organizzazione tecnica delle Fasi Provinciali (ove necessario) e Regionali sarà interamente attuata dalla Federazione, che il Progetto Duathlon si è trasformato in Campionati Studenteschi grazie alla grande adesione delle Regioni e che, nonostante questa trasformazione, verrà mantenuto il criterio iniziale di gratuità per Studenti e Insegnanti per il quale si richiede comunque collaborazione agli USR e sostegno delle spese possibili e istituzionali. Successivamente all’autorizzazione dovranno essere definite le date di svolgimento delle Fasi Provinciali e Regionali in data infrasettimanale nel mese di marzo per le prime e preferibilmente nelle due settimane centrali del mese di Aprile per le seconde. Tali date dovranno essere poi comunicate alle scuole che hanno aderito ricordando loro di inserire i nominativi degli studenti su piattaforma almeno 20 giorni prima della data fissata per la fase regionale (per tutte le attività che saranno svolte all’interno o all’esterno della scuola gli studenti saranno assicurati solo dopo essere stati registrati sulla piattaforma). Concluse le Fasi dovranno essere trasmesse le classifiche individuali e di staffetta agli USR e contestualmente alla Federazione.

Per i trasferimenti alle fasi Regionali dovrà essere chiesta la compartecipazione agli USR e contestualmente interessata la Federazione circa la possibilità di avere concorsi con Mezzi delle Forze Armate e Corpi dello

 

Stato attraverso il CONI. Questo con largo anticipo avendo stabilito data della fase regionale, località di svolgimento e sedi degli Istituti che vi parteciperanno.

Organizzazione delle fasi Provinciali:

Stessa procedura della Fase Regionale per ciascuna provincia ove necessario, In accordo con gli USR potranno essere accorpate più provincie. Per modalità e numeri di qualifiche vedere schede tecniche.

Organizzazione delle fasi Regionali:

La Fase Regionale sarà organizzata in orario curriculare dal Comitato Regionale Triathlon o dalla Delegazione Regionale, competente per territorio che individuerà la data infrasettimanale, il sito di svolgimento, e la relativa realizzazione tecnico/organizzativa, compresa la messa a disposizione delle MTB DECATHLON e relativi Caschi (in numero non inferiore a 12 per consentire lo svolgimento delle batterie), e del pettorale di gara, forniti centralmente dalla Federazione Triathlon. Le Fasi regionali, pur se concordate con gli USR, è preferibile che si svolgano nelle due settimane centrali del mese di Aprile.

E’ anche auspicabile che lo svolgimento della prova si faccia all’interno di un Campo di Atletica omologato, solo per facilità organizzativa e non per certezza delle distanze di gara che possono anche essere realizzate in spazi aperti o ambiti cittadini ovviamente questi chiusi al traffico.

Sarà compito del Comitato realizzare tutto quanto necessario per il corretto svolgimento di una competizione di Duathlon, predisporre i tracciati gara, allestire la zona cambio e l’area Arrivo con l’utilizzo del tnt specifico fornito dalla Federazione e del gonfiabile in dotazione a ciascun Comitato Regionale.

La necessaria Copertura assicurativa è a carico del CONI, e la Federazione Italiana Triathlon, inserirà le competizioni delle fasi Provinciali e Regionali in calendario ufficiale, affinché vi sia anche la copertura federale per infortuni e RC. Per l’inserimento in Calendario F.I.Tri. ciascun Organo Territoriale dovrà inviare all’Ufficio gare la richiesta gara su Modulo per gare di livello D, il Protocollo 248 e il programma della manifestazione.

I premi sono forniti dal CONI come previsto dal Progetto Tecnico.

Il CONI metterà a disposizione di ciascuna Fase Regionale il Medico di gara, mentre l’Ambulanza dovrà essere reperita dall’Organo territoriale.

Gli Alunni che parteciperanno alla fase Regionale dovranno consegnare agli Insegnanti il Certificato di Attività Sportiva non agonistica, e gli Insegnanti dovranno consegnare ai Referenti territoriali della Federazione le dichiarazioni da parte dell’Istituto, di possesso delle certificazioni mediche. (MODULO B con timbro dell’Istituto e firma del Dirigente Scolastico)

Considerati i tempi medi calcolati per il sistema a batterie da 12, e da 6 per le staffette, la fase regionale con 4 ore di svolgimento consente la partecipazione di 180/220 studenti (tra gare individuali e staffette), è auspicabile che si invitino gli Istituti Scolastici a non eccedere con le iscrizioni sulla piattaforma degli Studenteschi. Il tutto va inserito nel calcolo dei tempi di allestimento, trasferimento dalle sedi degli Istituti al campo di gara, ed il termine che non può eccedere di 1 ora l’orario scolastico massimo (14.00). E’ preferibile inoltre non portare studenti che siano alla loro prima esperienza con la bicicletta, ma in questo gli Insegnanti sapranno autonomamente decidere.

Partecipazione degli Istituti alla fase Regionale

Gli Studenti, per ogni Istituto, che sono stati registrati sulla piattaforma potranno partecipare sia alla prova individuale, sia a quella a staffetta purché si realizzino le condizioni numeriche previste dal formato di gara. Le categorie dei Campionati Studenteschi sono:

  •   Secondarie di primo grado

    •   Ragazzi (nati nel 2005 e 2006 nei casi di studenti in anticipo scolastico)

    •   Cadetti (nati nel 2003 e 2004)

  •   Secondarie di secondo grado

    •   Allievi (2000, 2001, 2002 e 2003 nei casi di studenti in anticipo scolastico)

    •   Junior (1998 e 1999)

      Per la prova a staffetta, che prevede l’abbinamento di 2 femmine e 2 maschi, dovranno essere utilizzati gli studenti della stessa categoria (es. 1 Ragazza, 1 Ragazzo, 1 Ragazza, 1 Ragazzo – e così via anche per le altre categorie).
      La partecipazione di Alunni Disabili sarà concordata secondo i livelli di disabilità in relazione alle caratteristiche della specialità sportiva del Duathlon.

      Distanze di gara:

      Gara individuale: Corsa 200mt. – Ciclismo con MTB 800mt. – Corsa 200mt.
      Per la gara a staffetta le distanze di gara sono dimezzate, per frazione e per ciascun frazionista.

      Svolgimento delle gare e classifiche:

      Le gare individuali si svolgeranno in batterie (divise per sesso, grado e categoria), ciascuna di massimo 12 Studenti.
      Le gare a staffetta si svolgeranno (divise per grado), ciascuna di massimo 6 staffette, dove i componenti effettuano ciascuno la prova di Duathlon completa dando il cambio allo staffettista seguente, alternando le femmine con i maschi.

      Entrambe le classifiche saranno fatte in base ai tempi e non sull’ordine di arrivo delle batterie.

      Accesso alla Fase Nazionale:

      L’accesso alla Manifestazione Nazionale “Finale Studenteschi Duathlon” della F.I.Tri. avverrà secondo i seguenti criteri:

    •   Prova individuale: per sesso, grado scolastico e categoria: classifica individuale dal 1° al 3°, con recupero del 4° classificato su rinuncia di uno dei primi tre.

    •   Prova a Staffetta: per Istituto: 1° classificata per ciascuna categoria, con sostituzione massima di un maschio e una femmina a condizione che i sostituti abbiano partecipato all’evento regionale indipendentemente se alla prova individuale o alla staffetta. Le distanze di gara saranno quelle della gara individuale per ciascun frazionista (200‐800‐200).

      Per tutti gli studenti partecipanti alle Finali Nazionali è previsto il possesso del certificato di idoneità all’attività sportiva agonistica a norma del D.M. Del 18/02/1982. Le certificazioni mediche dovranno essere depositate e custodite presso la segreteria della scuola di appartenenza, ed i Docenti dovranno dichiarare attraverso l’apposito modulo che i certificati sono depositati.

 

Contributi della F.I.Tri.:

per la promozione nelle Scuole: La Federazione Italiana Triathlon fornirà un Kit per gli Insegnanti (che sarà recapitato presso le sedi degli OT presumibilmente entro la fine di marzo). Il Kit sarà composto da uno zainetto contenente: una Penna USB con filmati promo triathlon e documentazione Duathlon a Scuola, uno o più Manifesti sul quale dovrà essere riportata la data e il luogo della Fase Regionale ed eventualmente delle Provinciali, 10 Leaflet promozionali sul triathlon e sul duathlon nella scuola e altri gadget in via di definizione. Gli Insegnanti degli Istituti, forniti del materiale didattico, potranno essere invitati presso le strutture territoriali della Federazione Triathlon per una formazione sullo svolgimento di una gara di Duathlon, e avranno anche la possibilità di concordare con le Strutture Territoriali della Federazione giornate di prova con gli Studenti che avranno iscritto sulla piattaforma www.campionatistudenteschi.it mettendosi in contatto con i Referenti Regionali Scuola Triathlon.

per l’organizzazione della Fase Regionale: gli Organi Territoriali avranno possibilità di contare su un contributo finalizzato oscillante tra i 1.500 e i 3.000 €uro circa. Tale contributo sarà stabilito in base al piano di lavoro con previsione di spesa e indicazione dettagliata delle attività da organizzare e attuare che dovrà essere presentato al Settore Giovanile all’indirizzo scuola@fitri.it.

Il piano di lavoro dovrà essere sviluppato in relazione al numero di provincie e al numero di scuole aderenti tenendo presente che l’obiettivo è di coinvolgere quanti più studenti possibile accorpando anche provincie vicine che non raggiungano già da sole il numero minimo delle tre scuole per grado (medie – superiori). Il piano di lavoro e relative spese saranno autorizzate dal Settore Giovanile e successivamente rendicontate all’indirizzo amministrazione@fitri.it che provvederà ad accreditare un acconto del 50% del contributo stanziato a quegli organi territoriali che avranno disponibilità residue sul conto corrente non superiori a €.1.500.

La Federazione Italiana Triathlon fornirà:

  •   un numero congruo di gadget da donare a tutti i partecipanti in funzione del numero di Istituti

    iscritti

  •   due rotoli di tnt a metraggio per l’allestimento dei campi gara differenziati per colore e grafica

    partner celeste (FitriYoung – DeA – DECATHLON) istituzionale verde acido (FITri MIUR)

  •   pettorali gara

  •   25+25 leaflet per integrare il materiale di promozione nella scuola e 10+10 manifesti da utilizzare

    per la promozione della fase regionale

    Contributi del CONI Regionale:

    Il CONI metterà a disposizione di ciascuna Fase Regionale il Medico di gara e fornirà i premi come previsto dal Progetto Tecnico. Il Comitato Regionale dovrà quindi raccordarsi con gli uffici del CONI Regionale di appartenenza per definire le modalità di individuazione del medico e di ritiro di Coppe e medaglie consistente in:

    Secondarie di primo grado:

    Premiazione Individuale

    •   Ragazzi – 2 serie medaglie 1°, 2°, 3° (premiazione maschile e femminile)

    •   Cadetti – 2 serie medaglie 1°, 2°, 3° (premiazione maschile e femminile)

      Premiazione Staffette

  •   Ragazzi – 1 serie coppe a scalare 1°, 2°, 3° (premiazione Istituti)

  •   Cadetti – 1 serie coppe a scalare 1°, 2°, 3° (premiazione Istituti)

 

Secondarie di secondo grado:

Premiazione Individuale

  •   Allievi – 2 serie medaglie 1°, 2°, 3° (premiazione maschile e femminile)

  •   Juniores – 2 serie medaglie 1°, 2°, 3° (premiazione maschile e femminile)

    Premiazione Staffette

  •   Allievi – 1 serie coppe a scalare 1°, 2°, 3° (premiazione Istituti)

  •   Juniores – 1 serie coppe a scalare 1°, 2°, 3° (premiazione Istituti)

    Kit 2018 per gli Organi Territoriali: La Federazione Italiana Triathlon fornirà un quantitativo maggiore di materiale promozionale rispetto a quello che sarà necessario per svolgere l’attività del 2017 in modo da agevolare la promozione delle nostre attività di promozione nella scuola per il prossimo anno scolastico 2017‐2018 che potranno così partire già dall’inizio del mese di ottobre.



    Roma 02 marzo 2017


  • Marco Comotto