Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Feed rss Sicilia

Il sito ufficiale della Federazione Italiana Triathlon – FITRI, con tutte le news aggiornate, il programma degli eventi, documenti, foto e video
  1. 8
    La catanese Cristina Ventura vince la tappa finale di Catania e la Sicily Series 2017. 
    Fra gli uomini vince l’etneo Gabriele Grimaldi, Sicily Series 2017 all’augustano Ennio Salerno

      

    CATANIA -  Cristina Ventura (1900 punti, Magma Team, ) ed Ennio Salerno (2950, Multisport Catania) sono i trionfatori dell’edizione 2017 della Sicily Triathlon Series. E’ questo il verdetto emesso dalla settima e ultima tappa, del circuito valevole per il rank nazionale, che si è disputata nella magnifica location della Playa di Catania (lido Le Palme).

    LE PREMESSE. Anche l’ultimo episodio della Series  ha riservato sorprese e colpi di scena. Non è andata in onda l’attesa sfidata fra il primatista della generale, Davide Ventura;  l’atleta che, numeri alla mano, ha dimostrato di essere il più forte, Ennio Salerno,  e il terzo incomodo Enrico Schiavino, l’unico ad essere riuscito a battere Salerno in questa stagione.  Schiavino e Ventura sabato hanno preso parte ai  Campionati Italiani di Triathlon Olimpico Elite a Lerici (provincia di La Spezia) e contavano di rientrare, in volo, a Catania alle 9 di ieri, domenica, con un margine di un paio d’ore dalla partenza inizialmente degli assoluti fissata per le 11.30, ma anticipata alle 9.30 già qualche giorno addietro. “Alla luce del folto numero di partecipanti del settore giovanile e dell’Age Group per una questione di sicurezza siamo stati costretti ad invertire gli orari di partenza, dandone comunicazione ad inizio della settimana scorsa” spiega Angelo Finocchiaro, uno degli organizzatori dell’evento.

    Modifica al programma che hanno finito per togliere pepe alla tappa finale, impedendo la partecipazione di Ventura e Schiavino giunti al Lido Le Palme solo dopo le 10. Va ricordato, però, che Davide Ventura è rientrato in corsa per la vittoria finale in virtù della squalifica incassata da Salerno e Schiavino nel corso dell’Etna Sky Duathlon (quinta tappa); analisi completata dal secondo posto di Ventura conquistato ad Augusta (sesta tappa), alle spalle di Salerno a testimonianza che l’atleta catanese aveva tutte le carte in regola per difendere il primato.

    LA GARA. Fra gli uomini ha guidato dalla prima all’ultima frazione Gabriele Grimaldi (59:01, Magma Team) che ha avuto la meglio su un Salerno (01:00:23) non al top e classificatosi secondo; terzo posto per Giuseppe Grasso(01:01:28, Magma Team), quarto per Enrico Vinciguerra (01:01:40, Sport Extreme Catania), quinto per Alessandro Russo (01:01:46, Magma Team). A differenza di quanto accaduto a Marina di e Modica Augusta, Cristina Ventura non ha accusati fastidi nella frazione run ed è riuscita a gestire il vantaggio (1:53) conquistato nella frazione nuoto su una Federica Cernigliaro (Triathlon Team Trapani) non al meglio, tagliando il traguardo con 20 secondi di vantaggio.  Al traguardo il cronometro segnava 01:06:36 per Cristina Ventura, 01:06:56 per Federica Cernigliaro. Al terzo posto l’atleta norvegese  Berntsen Gunhild (01:06:57, Magma Team), al quarto Nicoletta Santonocito  (01:07:04, Magma Team), al quinto Dora Marzo (01:12:53, Magma Team).

    CLASSIFICHE ASSOLUTI.  Queste le prime dieci posizioni, le classifiche complete ed ulteriori informazioni sono disponibili nel sito  internet della Series.

    Uomini. 1°) Ennio Salerno (Multisport Catania) 2950; 2°) Ventura Davide (Minerva Roma) 2510; 3°) Giuseppe Grasso (Magma Team)  2490; 4°) Enrico Schiavino (Minerva Roma) 2275; 5°) Alessandro Greco (Life Triathlon) 2255; 6°) Gianluca Mondo (Magma Team) 2230; 7°) Gabriele Grimaldi (Magma Team) 2145; 8°) Fabio Sirugo(Siracusa Triatlhon) 2050; 9°) Raffaele Calvo (Mtb Modica Triathlon Bike) 1995; 10°) Giuseppe Barone (Life Triathlon) 1785. 

     

  2. Partenza tappa playa 2016 1
    Sarà la settima ed ultima tappa in programma domenica mattina alla Playa di Catania (Lido Le Palme, il via alle 9) a determinare i vincitori della Sicily Triathlon Series, il circuito regionale che assegna punti anche per il rank nazionale. 250 gli atleti che prenderanno parte alla competizione che chiude una rassegna aperta col in duathlon di Pergusa (duathlon) e proseguita con le sfide di Marzamemi, Cefalù, Marina di Modica, Nicolosi-Belpasso (duathlon) ed Augusta.

    LA SITUAZIONE Nelle categorie assoluti uomini e donna, la classifica generale è guidata dai fratelli catanesi Davide (Minerva Roma, 2510 punti) e Cristina Ventura (Magma Team, 1650).

    I PUNTEGGI. Da regolamento il primo posto assegna 500 punti, il secondo 475, il terzo 450, il quarto 435, il quinto 55, il sesto 380; a seguire dalla settima posizione alla decima, i bonus sono assegnati con venti punti di differenza.

    LE SFIDE. Andrà in scena una gara da dentro o fuori. Una sfida da gustare dal primo all’ultimo minuto; dagli sguardi tesi del pre-gara, alla scelta della migliore posizione per l’ingresso in acqua; dalle strategie che saranno messe in campo per battere la concorrenza nelle frazioni bike e run, alla necessità di superare anche i propri primati personali. Davide Ventura per mantenere il primato e vincere la Sicily Triathlon Series dovrà tenere a bada l’agguerrita concorrenza dell’augustano Ennio Salerno (Multisport Catania, 2475) e dell’etneo Enrico Schiavino (Minerva Roma, 2275). A conti fatti a Davide Ventura per mantenere la testa della classifica bastare arrivare secondo o alle spalle di Salerno. Di contro a Salerno non basterà arrivare primo, occorre che tra lui e Davide Ventura si posizioni un altro atleta. Schiavino, invece, deve sperare in una vera e propria combinazione di situazione favorevoli per balzare al comando della generale. Nella categoria assoluti donne Cristina Ventura dovrà fare i conti con  Federica Cernigliaro (Triathlon Team Trapani, 1487,5) che ha vinto quattro delle cinque gare alle quali ha preso parte, ma che accusa un ritardo ben 162,5 punti su Cernigliaro.  Gli sport in genere ed in triathlon in particolare insegnano che però nulla è impossibile. A far saltare il banco potrebbero essere anche gli outsider, siciliani e non.

    LA GARA.  Le categorie assoluti partiranno alle 9.30, il via nello specchio d’acqua antistante il lido “Le Palme” che per il secondo anno ospita la manifestazione sportiva. I concorrenti saranno impegnati nei 750mt della frazione di nuoto, poi si cimenteranno nei 20km della frazione bike ( 5 km in direzione Siracusa da ripetere 4 volte, circuito interamente chiuso al traffico), per concludere con i 5 km di corsa, compiendo un solo giro sullo stesso circuito della frazione bike.  A metà mattina, a partire dalle 11.30, il via alle categorie giovanili (Minicuccioli, Cuccioli, Esordienti e Ragazzi).

    LE DICHIARAZIONI. “La bagarre che contraddistingue la competizione per la prima posizione nelle due classifiche generali, aggiunge interesse alla tappa conclusiva per la quale registriamo anche un ottimo riscontro di partecipanti, con 250 atleti al via. Sono circa 700 gli atleti, con buona rappresentanza di stranieri, che hanno partecipato alle precedenti tappe, confermando l’ascesa e l’interesse per il triathlon” afferma Angelo Finocchiaro, uno degli organizzatori della Sicily Triathlon Series. “Siamo lieti che per il secondo anno consecutivo gli organizzatori della  Sicily Triathlon Series abbiamo scelto l’incantevole scenario della playa di Catania per la settima ed ultima tappa. Rivolgo un sincero augurio ai concorrenti che si disputeranno la vittoria finale del circuito, in un sport assai duro quanto affascinante” sottolinea, l’assessore allo sport del Comune di Catania, Valentina Scialfa.

     

  3. WINTER TRIATHLON 1
    Si è tenuta presso la Sala Consiliare del Comune di Nicolosi la conferenza stampa di presentazione della 20^ edizione dei Campionati Europei di Winter Triathlon in programma a Monte Vetore, ai piedi dell’Etna, sabato 17 e domenica 18 febbraio 2018. 
    Presenti i vertici del mondo dello sport, le amministrazioni dei comuni di Nicolosi, Tremestieri, Mascalucia e Ragalna, le federazioni e le associazioni di volontariato coinvolte nell'organizzazione della kermesse. 

    Ad aprire la conferenza stampa Ugo Marletta, Assessore allo Sport del Comune di Nicolosi, orgoglioso del ruolo recitato dal proprio comune, etichettato non a caso "Porta Dell" Etna". 
    "La nostra idea di amministrazione si unisce perfettamente ai valori promossi dal Triathlon, disciplina sportiva che racchiude in sé il concetto di sacrificio. Siamo orgogliosi del lavoro che vi è alla base di questa manifestazione di cui il Triathlon è portavoce per la varietà delle sue discipline e per il dispiego di forze massiccio che porterà un'organizzazione di questa portata". 

    A rappresentare i vertici nazionali della Federazione Italiana Triathlon il Presidente Luigi Bianchi che introduce, alla base dell'accordo che ha definito l’Etna lo scenario dominante della manifestazione, i motivi che hanno spinto le Federazioni a premiare tale organizzazione e la Sicilia nella sua accezione turistica. 
    "Due anni addietro Mario Lombardo, Presidente del Comitato Triathlon Sicilia, ci ha invitato a ragionare e ponderare la Sicilia per le sue bellezze, lo splendido connubio mare – Vulcano e la meraviglia delle proprie città. Siamo ben felici di avere sposato questa idea, convinti che il Triathlon, anche nella sua versione invernale, possa entusiasmare e creare ancora più affiliati".

    Tra i fautori proprio Mario Lombardo, Presidente del Comitato Regionale Sicilia Triathlon, il primo a credere ad una manifestazione così prestigiosa per il movimento sportivo siciliano. 
    “Festeggiamo il ventennale della A. S. D. Sport Extreme, di cui sono un componente del direttivo, proprio nella 20^ edizione dei Campionati Europei di Winter Triathlon. Ci sono tutte le premesse perché questa manifestazione possa entusiasmare il circus sportivo che osserverà gli atleti superarsi con tanto spirito di sacrificio, e voglia di imporsi sull’Etna, la più suggestiva e affascinante delle location che potessimo rappresentare in Sicilia. Le premesse ci sono tutte, ci prepareremo per un’organizzazione di prim’ordine”.  

    Entusiasta il Sindaco di Tremestieri Etneo Santi Rando: "L' evoluzione del Triathlon, estivo e invernale, è sotto gli occhi di tutti. Siamo ben felici di supportare la macchina organizzativa. Inviteremo centinaia di ragazzi che frequentano le scuole primarie e secondarie, accostandoli a questo sport, sensibilizzeremo nei giorni a venire le città etnee per ricreare quella atmosfera che è d’ uopo nelle manifestazioni che aggregano e che valorizzano l’Etna non a caso patrimonio culturale del nostro popolo e celebrato dall’ Unesco per la sua antichissima storia”. 

    Tra i presenti il Deputato Regionale Luca Sammartino che ha evidenziato la portata dell'evento e il grande flusso di atleti e sportivi che possa essere da incentivo per portare in Sicilia ulteriori grandi eventi:” Ringrazio personalmente Mario Lombardo per la brillante idea che ci permetterà di godere di una vetrina cosi appetibile e affascinante agli occhi dei media e del mondo intero. Verranno centinaia di atleti, apprezzeremo uno sport che valorizzerà il territorio e che porterà un indotto importante per la Sicilia”.

    Presenti alla conferenza stampa il Delegato Provinciale di Catania Coni Enzo Falzone, il vice Presidente Coni Sicilia Sergio Parisi e il consigliere nazionale Orazio Arancio nella duplice investitura anche di Presidente Comitato Regionale Sicilia Rugby.

    Sergio Parisi ha elogiato la classe di dirigenti siciliani che si è spesa per portare a casa l’organizzazione dei Campionati Europei di Winter Triathlon: "Abbiamo ricevuto l’ennesima dimostrazione che la nostra classe dirigente riesca a polarizzare le attenzioni dei vertici nazionali delle federazioni, in questo caso del Triathlon. Un plauso a Mario Lombardo che ha convinto i vertici nazionali ed internazionali per introdurre in Sicilia una manifestazione che esalterà il nostro territorio con l'Etna in primis.

    Orazio Arancio, invece, si sofferma sui valori promossi dallo sport: “Lo sport è portatore di valori sani che ci conducono ad una vita che trae importanti benefici- Abbiamo bisogno di rinnovare le sinergie con gli amministratori dei nostri comuni per modernizzare i nostri impianti che sono vetusti, fatiscenti, ma esistenti. Vi è anche un problema di cultura. I nostri ragazzi, più del doppio rispetto agli altri paesi europei, sono in sovrappeso. C’è un indice che va monitorato e che fa scattare un campanello d’ allarme. Serve maggior prevenzione e soprattutto più attività fisica”.

  4. In allegato scheda di iscrizione del seminario di aggiornamento Fitri che si terrà a Catania Domenica 8 ottobre 2017  presso la Piscina Comunale  - Viale Kennedy dal titolo "La pianificazione delle metodologie di allenamento nell'atleta dell'endurance". 
    Tenuto dal Prof. Marcello Giaccone Docente presso la facoltà di Scienze Motorie e Sportive dell'Università degli Studi di Palermo.
     
    Si prega di attenersi scrupolosamente alle comunicazioni contenute.
    Si ricorda che ogni tecnico, di qualsiasi livello (Istruttore, Allenatore, Coordinatore), per mantenere attiva la propria abilitazione è tenuto a conseguire 6 CF (Crediti Formativi) per ogni anno di tesseramento o 12 CF entro la fine dell’anno successivo.

    Il tecnico che non si aggiorna per un biennio consecutivo, al fine di mantenere attiva la propria abilitazione, è tenuto a sanare la sua posizione attraverso il pagamento di una sanzione di 300,00 euro, unitamente all’obbligatorietà di conseguire 12 CF nello stesso anno.

     

    Scheda di Iscrizione

  5. iffhkkfh

     


    La conferenza stampa registrerà la presenza dei vertici del CONI e del Triathlon nazionale ed internazionale tra cui:

    - Renato Bertrandi, Presidente ETU (Federazione Europea Triathlon);
    - Luigi Bianchi, Presidente FITRI (Federazione Italana Triathlon);
    - Sergio D' Antoni, Presidente CONI Sicilia;
    - Sergio Parisi, Vicepresidente CONI Sicilia;
    - Orazio Arancio, Consigliere Nazionale CONI;
    - Vincenzo Falzone, Delegato Provinciale CONI Catania;
    - Gianni La Delfa, Presidente Regionale Medici Sportivi;
    - Nuccio Fontanarosa, Presidente Regionale Sport Invernali;
    - Mario Lombardo, Presidente Comitato Sicila Triathlon